Gli obblighi di Legge per il Datore di Lavoro in materia di gas Radon

radon campi elettromagneticiIl D.lgs. 81/08, all’Art. 28, prevede che il Datore di Lavoro valuti “tutti i rischi” a cui possono essere esposti i lavoratori.

La regolamentazione dell’esposizione al Radon nei luoghi di lavoro è stata introdotta con il Decreto Legislativo n. 241/00 che recepiva la Direttiva 29/96/Euratom, modificando e integrando il DLgs 230/95.

La normativa prevede obblighi specifici per tutte le attività lavorative in cui è possibile l'esposizione dei lavoratori al rischio Radon, ecco alcuni casi:

  • Tutte le attività lavorative svolte nei luoghi interrati in cui sono presenti almeno tre pareti sotto il piano di campagna, indipendentemente dal fatto che queste siano a diretto contatto con il terreno circostante o meno;

  • Tutte le attività svolte in zone a rischio Radon cioè in zone dove è alta la probabilità di riscontare elevate concentrazioni di Radon;

  • Attività svolte negli stabilimenti termali.

In funzione del risultao della campagna di misure, il datore di lavoro:

  •  non ha alcun obbligo (inferiore a 400 Bq/m3);

  • ripete la misura entro un anno (tra 400 e 500 Bq/m3);

  • ha l’obbligo di provvedere al risanamento degli ambienti (oltre 500 Bq/m3)

Il D.Lgs 81/2008 sulla sicurezza del lavoro prescrive la valutazione di tutti i rischi, generali e specifici, cui i lavoratori sono soggetti, al fine di fornire ai lavoratori un ambiente salubre in cui operare.

In quest’ottica le indicazioni del D.Lgs 241, relative alla valutazione dei rischi di esposizione a radiazioni ionizzanti di origine naturale, si integrano nel processo generale di valutazione dei rischi potenziali dell’ ambiente di lavoro e con tutte le prescrizioni relative alla sicurezza e salute negli ambienti di lavoro.

La nostra consulenza prevede il rilascio della relazione tecnica valida per il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) e sarà così intestata:
MISURE DI RADON NEI LUOGHI DI LAVORO
Relazione Tecnica di cui all’art.10-ter comma 4. del D.Lgs. 241/00



Aggiornato il: 08 ottobre 2016