media="all" href="style_ie8.css">
valutazione rischio campi elettromagnetici

STUDIO D'INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E LA SICUREZZA

specializzato in elettrosmog (inquinamento elettrico e magnetico) in bassa frequenza (ELF) prodotto da tralicci di elettrodotti o trasformatori a 50Hz, ed elettrosmog in alta frequenza da antenne, trasmettitori, telefonini cellulari, radar e ripetitori.

Eseguiamo misure e perizie sull'elettrosmog sia sul posto di lavoro
che in ambiente domestico.

   Studi condotti in varie parti del mondo hanno dimostrato la nocività dei campi elettromagnetici sia in bassa sia in alta frequenza. Leucemie infantili, tumori del sistema nervoso, tumori mammari ed altro sono le patologie indicate da organismi internazionali come possibili conseguenze dovute a questa forma d’inquinamento (salute).
Elettrodotti, ripetitori per telefonia cellulare (stazioni radio-base), motori elettrici, trasformatori ed altre apparecchiature producono misure campi elettromagnetici campi elettromagnetici talvolta superiori ai limiti consentiti.
La legge quadro, varata nel 2001, e la seguente emanazione nel 2003 dei decreti attuativi, con successivi aggiustamenti, regola la materia nell’ambito dell’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici (leggi).
Il Decreto Legislativo 81/2008 “Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro” contiene, al Titolo VIII, specifiche norme di tutela della salute dei lavoratori esposti agli agenti fisici. L’entrata in vigore del Titolo VIII, relativo ai campi elettromagnetici, è ora fissata al 1° luglio 2016, avendo subito dei rinvii per l’adeguamento a direttive Europee.
Nel frattempo, rimane l’obbligo del Datore di Lavoro, secondo il D.Lgs. 81/2008, alla valutazione di tutti i rischi per la salute e la sicurezza, incluso il rischio da esposizione a campi elettromagnetici.
Il professionista che valuta il rischio da campi magnetici ed elettromagnetici, deve dimostrare la propria competenza tecnica secondo la circolare ISPESL e Istituto Superiore di Sanità Documento n° 1-2009.
La competenza specifica in questo campo che può offrire la nostra struttura si basa su una consolidata esperienza e si avvale di collaboratori qualificati. Siamo in grado di eseguire misurazioni con apposite apparecchiature certificate in grado di rilevare sia i campi a 50 Hz che le radiofrequenze fino alle decine GHz. Il nostro servizio è orientato agli insediamenti industriali e ai locali pubblici come scuole, ospedali e uffici, anche l'ambiente domestico è sempre più spesso oggetto di verifiche da parte nostra. Saremo lieti di essere invitati per una consulenza gratuita per poter definire l’operatività dell’indagine; naturalmente nella massima discrezione. 
 
Ing. Gildo Di Domenico
Consulente Tecnico del Tribunale Iscrizione Ordine Ingegneri della provincia di Roma n° 20815
Logo Albo Ingegneri di Roma

Aggiornato il: 08 agosto 2015
 
I nostri Servizi

 

  • Misure di campi elettromagnetici sia in bassa che in alta frequenza.
  • Valutazione dei rischi sulla salute in ambito domestico dovuti ai campi elettromagnetici.
  • Corsi e supporto per società e studi nel settore delle misure di Elettrosmog.
  • Consulenza su problematiche relative a:
    => inquinamento provocato da trasmettitori radiofonici, televisivi, ripetitori per telefonia cellulare ecc.
    => inquinamento provocato da elettrodotti.
    => inquinamento provocato da utenze elettriche come motori, trasformatori, forni elettrici ecc.
  • Attestazione mediante emissione di rapporto o perizia "timbrata" e "certificata" sui risultati delle misure.
  • Misure di radioprotezione e valutazione del rischio da campi elettromagnetici in ambiente lavorativo secondo la normativa D.Lgs. 81/2008.
  • Redazione di piani per l'elettrosmog per i comuni basato sulle seguenti attività:

    => Esecuzione mappatura dell’inquinamento elettromagnetico.

    => Verifica che tutti gli impianti esistenti non superino i limiti legali.

    => Proposta di azioni correttive per sanare le situazioni “fuori norma”.

    => Proposta di un regolamento che stabilisca le modalità d’autorizzazione dei nuovi impianti.

  • Misurazioni di concentrazioni di Radon nelle abitazioni con rivelatori passivi a tracce nucleari.